domenica 17 giugno 2018

Anteprima: L'unico ricordo di Flora Banks di Emily Barr

Titolo: L'unico ricordo di Flora Banks
Autrice: Emily Barr
Editore: Salani
Pagine: 304
Prezzo: 15,90

Descrizione:
Tutti ricordano per sempre il primo bacio. Flora non ricorda nient’altro. 
Flora Banks, diciassette anni, non ha la memoria a breve termine. I suoi ricordi si sono fermati a quando aveva dieci anni: da allora, dopo che una malattia le ha colpito il cervello, deve continuamente fissare i momenti che vive, scrivendoli su un quaderno, su post-it, oppure direttamente sulle mani e sulle braccia. Quello che sa di sé è che mamma e papà le vogliono bene, così come Jacob, il suo adorato fratello maggiore, e che Paige è la sua migliore amica, quella che si prende cura di lei nel difficile mondo esterno. Ma una sera, durante una festa, Drake, il ragazzo di Paige, la bacia sulla spiaggia e stranamente questo ricordo non svanisce come gli altri. Flora ricorda il bacio, ricorda le parole di Drake, ricorda ogni singolo istante di quell’episodio. Possibile che Drake sia l’artefice del miracolo? Peccato però che il ragazzo sia partito per studiare in Norvegia… Flora non ha dubbi: deve raggiungerlo, solo così potrà capire veramente chi è e cominciare a vivere davvero. Ma come può fidarsi degli altri se non può fidarsi nemmeno di se stessa?

L'autrice:
Emily Barr ha lavorato come giornalista a Londra, ma il suo desiderio più profondo è sempre stato quello di stare in una stanza tranquilla a scrivere un libro. Così è partita per un lungo viaggio ed è tornata con un’idea per il suo primo romanzo. Da allora ne ha scritti più di una decina, ma questo è il suo esordio nella letteratura per giovani adulti: acclamato dalla critica e dal pubblico, è in corso di traduzione in più di 25 Paesi.

sabato 16 giugno 2018

Recensione: L'altro posto

Titolo: L'altro posto
Autore: John Ajvide Lindqvist
Editore: Marsilio
Pagine: 320
Prezzo: 18,00

Descrizione:
John Lindqvist ha diciannove anni e vuole diventare un prestigiatore. Il concorso per maghi che si terrà in Danimarca è vicino, e lui si esercita duramente nella speranza di
vincere un premio. Viene, invece, arrestato per furto, e quando esce di prigione e torna al suo condominio buio e stretto nei sobborghi di Stoccolma, si accorge che qualcosa è
profondamente cambiato. Intorno a lui avverte un movimento strano e spaventoso. Si rende conto che tutto nasce nella lavanderia comune nello scantinato del suo palazzo,
dove avvengono esperienze incredibili e meravigliose. Qualcosa che porta i condomini in un luogo che John chiama “l’altro posto”. Dove puoi essere quello che sei davvero. C’è
un prezzo, ovviamente. All’inizio sembra un prezzo ragionevole. Solo un po’ di sangue.
Ma alla fine John capirà che il vero prezzo da pagare è molto più alto.
Diverso da qualsiasi cosa Lindqvist abbia mai scritto, L’altro posto, seguito indipendente di Musica dalla spiaggia del paradiso, è un’autobiografia fantastica sospesa tra realtà e
finzione, dove la linea di confine tra il vero e il falso, il reale e il surreale è ingegnosamente annullata.

L'autore:
John Ajvide Lindqvist è nato in Svezia nel 1968 ed è cresciuto a Blackeberg, sobborgo di Stoccolma. Ha fatto per anni il prestigiatore e poi il cabarettista, prima di lavorare come autore televisivo, di sceneggiature e testi teatrali. Di Lindqvist Marsilio ha pubblicato Lasciami entrare (bestseller in patria e tradotto in tutto il mondo, da cui è stato tratto un
film con la regia di Tomas Alfredsson e il remake hollywoodiano di Matt Reeves), L’estate dei morti viventi, Il porto degli spiriti, Muri di carta, Una piccola stella e Musica dalla spiaggia del paradiso.

La recensione di Miriam:
Diciannove anni e un sogno nel cassetto sono tutto ciò ha John quando decide di lasciare la sua casa natale nel sobborgo di Blackeberg e trasferirsi a Stoccolma per inseguire la sua più grande passione e diventare un mago di successo. Abbandonato dalla famiglia, che non approva minimamente i suoi progetti, si ritrova solo in una città estranea, costretto a ingegnarsi per sopravvivere. Qualche spettacolo in strada e piccoli furti gli consentono di raggranellare una somma sufficiente per pagare l’affitto di una casetta nel cortile, costruzione fatiscente situata in un condominio che ben presto, però, si rivela essere molto di più… la base di partenza per una nuova vita, per intessere nuove relazioni sociali, ma anche un luogo di passaggio, la porta di accesso a una dimensione altra, densa di mistero e di arcani significati.
Dal suo arrivo in città la quotidianità di John assume una strana piega. Da un lato il ragazzo insegue la magia, come sua grande aspirazione, dall’altro pare che la magia stessa gli corra incontro impregnando la sua quotidianità in vari modi, inspiegabili, a tratti inquietanti.
C’è un telefono che squilla nel suo alloggio, una persona che non conosce lo chiama con insistenza per chiedergli se un certo Sigge è arrivato. Ci sono i condomini che a volte lo avvicinano, a volte lo respingono, come fossero i membri di una setta, indecisi se accogliere fra loro un nuovo adepto. E c’è la stanza della doccia comune, da cui tutti sembrano attratti in maniera irresistibile, ma il cui accesso gli viene negato. Cosa mai si nasconderà al suo interno che gli altri non vogliono fargli vedere né vogliono condividere con lui?
È in questa cornice bizzarra, surreale, che l’autore colloca uno spaccato autobiografico in grado di ricostruire fatti realmente accaduti nella realtà esterna e mantenere nel contempo una finestra aperta sul mondo interiore, sui ricordi, sui propri conflitti, sui sogni. A partire da qui John guarda al futuro, ma rivolge anche uno sguardo al suo passato, rivivendo e rielaborando attraverso il ricordo un’esperienza che lo ha particolarmente segnato da ragazzino.
Mentre mette a punto nuovi trucchi di magia e tesse relazioni con i suoi stravaganti vicini di casa – l’enorme Petronella, la coppia morta, il nostalgico Lars, per citarne alcuni – ricostruisce scrivendo la storia del bambino nel bosco, una storia segreta che da tempo lo accompagna, un nodo irrisolto che in qualche modo sente di dover sciogliere per poter andare avanti.
Stoccolma si offre come un contenitore reale di accadimenti importanti, è il luogo in cui John si esibisce, studia, tenta di affermarsi come mago, ruba per sopravvivere quando il suo pubblico non è generoso; è il posto in cui conquista la propria autonomia dalla famiglia e per la prima volta tenta di innamorarsi, senza successo. Una città che lo accoglie e lo mette alla prova guidandolo in un processo di crescita personale. Nondimeno gli apre un varco verso un’altra dimensione, più intima, meno tangibile eppure assolutamente autentica: l’altro posto, appunto, cui riesce ad accedere nel momento in cui viene ammesso alla stanza della doccia. Non un posto fisico, ma una sorta di mondo parallelo in cui trovano spazio le inclinazioni e i desideri più nascosti di coloro che lo raggiungono; una nicchia privilegiata in cui è possibile riavvolgere e stoppare a proprio piacimento il nastro del tempo replicando all’infinito il proprio momento migliore, ma non senza pagare un prezzo. Sarà qui che John tornerà agli anni della sua infanzia e nello stesso tempo si confronterà con la sua metà oscura, e sarà sempre qui che conoscerà drammi e segreti degli altri inquilini, giacché la dimensione in cui viaggiano si propone come una sorta di inconscio collettivo in cui ognuno vede e diventa partecipe delle emozioni e dei pensieri altrui.
Sebbene la componente onirico-fantastica sia molto marcata, etichettare quest’opera come romanzo di genere sarebbe riduttivo. Proponendoci una commistione di generi che spazia dal thriller al paranormale, soffermandosi sull’intimistico, Lindqvist dà corpo a un racconto unico, capace di esplorare il vissuto e di scandagliare l’interiorità del suo protagonista, regalandoci nello stesso tempo uno spaccato della società svedese degli anni Ottanta, in particolar modo del sogno condiviso e poi infranto rappresentato dalla vittoria elettorale del candidato socialdemocratico Olof Palme.
Un emozionante viaggio spazio-temporale, alla scoperta di un altrove che si annida nei recessi più reconditi dell’anima.    




mercoledì 13 giugno 2018

Anteprima: Stella del Nord di D.B. John

Titolo: Stella del Nord
Autore: D.B. John
Editore: DeA Planeta
Pagine: 528
Prezzo: 18,00

Descrizione:
Nella foto satellitare che Jenna Williams mostra agli studenti dell’università di Georgetown, la Corea del Sud è un reticolato scintillante di città e villaggi. Ma sopra Seoul, oltre il 38° parallelo, le luci cedono il posto a una terra d’ombra in cui solo la capitale, Pyongyang, emette una cupa incandescenza. Tutti conoscono il prestigioso curriculum di Jenna, all’anagrafe Jeemin, una delle massime esperte mondiali della Corea del Nord; ciò di cui nessuno è al corrente è il dramma che l’ha irreparabilmente segnata: la scomparsa, dodici anni prima, della sorella gemella Soo-min, rapita sulla spiaggia di Baengnyeong da un sottomarino del regime.
Nella piazza antistante la Grande Casa del Popolo, il tenente colonnello Cho contempla i cinquantamila cittadini che attendono in trepidante silenzio l’apparizione di Kim Jong-il. Ma una scoperta sconcertante sta per abbattersi sulla sua carriera e sul futuro, e presto Cho si troverà ad affrontare la più inconcepibile delle scelte: tradire tutto ciò in cui ha sempre creduto o perdere ogni cosa.
Quello che la signora Moon, cittadina modello sotto il regime del Caro Leader Kim Jong-il, vede piovere dal cielo in un bosco della contea di Baekam non è uno spirito. È qualcosa di ancora più strano, un piccolo pallone che proviene “dal Paese giù in basso” e che deposita tra le sue braccia due paia di calze di lana, una torcia e una scatola di deliziosi biscotti al cioccolato. E un biglietto: Ai fratelli e alle sorelle del Nord. Sollevatevi contro colui che vi inganna!

L'autore:
D.B. JOHN è originario del Galles, ma ha vissuto a lungo in Corea del Sud ed è tra i pochissimi occidentali ad aver studiato a fondo e visitato la Corea del Nord. Attualmente abita a Londra.


venerdì 8 giugno 2018

Anteprima: Notte al Casablanca di Daniela Grandi

Titolo: Notte al Casablanca
Autrice: Daniela Grandi
Editore: Sonzogno

Descrizione:
Nina Mastrantonio, maresciallo dei carabinieri a Parma, deve faticare il doppio per farsi rispettare: è donna, è bella, e ha la pelle nera. Per di più ha un carattere indipendente, è ostinatamente single e, con scandalo dei colleghi, preferisce il sesso senza legami a una relazione stabile. D’altra parte, sono proprio gli affetti il punto sensibile di questa giovane donna in cerca d’identità: italiana di origini somale, è fiera delle proprie tradizioni, ma al tempo stesso decisa ad affermarsi nel paese in cui è nata, l’Italia, dove il nonno – reclutato dai carabinieri al tempo del colonialismo – emigrò al termine della Seconda guerra mondiale. Un lunedì di pioggia, nell’appartamento di un anonimo condominio viene ritrovato il cadavere di Marco Cagli, piacente pilota d’aviazione. La vittima giace nuda sul letto, con un sacchetto di plastica intorno alla testa. C’è chi vorrebbe archiviare il caso come un gioco autoerotico finito male, ma Nina è di un altro avviso: conosceva bene quell’uomo, comprese le sue abitudini sessuali. Appoggiata dal fido Paolini e dall’avvenente brigadiere Navarra, sfidando le convinzioni dei superiori, Nina si decide così ad avviare un’indagine per sospetto omicidio. Tanto più che qualcuno ha iniziato a inviarle bigliettini anonimi con strane citazioni letterarie: stanno tentando di dirle qualcosa, ma cosa? E perché una giovane prostituta cerca di mettersi in contatto con lei? E come si spiegano tanta omertà e imbarazzo tra i notabili della città? Molte piste conducono al Casablanca, un club per scambisti frequentato dalla buona società di provincia.

Tra giochi di potere, sesso e ricatti, Nina dovrà grattare via lo smalto delle apparenze e immergersi, sola contro tutti, in un’inchiesta ricca di colpi di scena, per venire a capo di un caso inquietante e delicato.

mercoledì 6 giugno 2018

Review Party: Il mistero dell'isola di ghiaccio di Miriam Briotti

Buongiorno cari follower,
benvenuti al Review Party dedicato a Il mistero dell'isola di ghiaccio di Miriam Briotti (Newton Compton), un thriller molto attuale che ci tiene con il fiato sospeso e affronta il problema delle energie rinnovabili.

Titolo: Il mistero dell'isola di ghiaccio
Autore: Miriam Briotti
Editore: Newton Compton
Pagine: 336
Prezzo ebook: 3,99
Prezzo cartaceo: 7,90

Descrizione:
Islanda, lago Myvatn.
Arianna Dini lavora in un albergo sulle rive del lago e conduce una vita ordinaria. Un giorno, sistemando una delle camere, trova un uomo gravemente ferito. Nonostante le condizioni critiche, l’uomo riesce a consegnarle una penna USB da far avere al più presto al professor Carlisle Higgins, a Wells, in Inghilterra. Sembra una questione di vita o di morte. La penna, infatti, contiene i risultati del lavoro del giovane scienziato scomparso un mese prima, Jason Gunnarsson: le prove dell’esistenza di una fonte di energia inesauribile. Confusa e spaventata, Arianna parte per l’Inghilterra. Ma non è solo la paura a darle la spiacevole sensazione di essere seguita. C’è un uomo che le sta alle costole, sicuramente sulle tracce della chiave per ottenere il fuoco eterno, un’energia derivante dal magma, destinata a cambiare per sempre gli equilibri economici mondiali. Quel preziosissimo documento trascinerà Arianna in un inseguimento mortale: in gioco ci sono le sorti di una ricerca rivoluzionaria. E della sua stessa vita.

La recensione di Miriam:
Siamo in Islanda, in un albergo situato sulle rive del lago Myvatn. Arianna Dini sta riordinando le camere, quando scopre un cliente ferito. Sembra in fin di vita, di sicuro la cosa più saggia da fare sarebbe chiamare i soccorsi, ma l’uomo la distrae dall’intento perché ha qualcosa di più urgente da chiederle. Le porge una chiavetta USB pregandola di recapitarla quanto prima al professor Carlisle Higgins che si trova in Inghilterra, sottolinea che si tratta di un compito di estrema importanza e che potrebbe coinvolgere le sorti dell’intera umanità. In cambio le offre un sacco di denaro contante che ha con sé nella stanza. La giovane cameriera tentenna, affrontare un lungo viaggio alla ricerca di uno sconosciuto per consegnargli un dispositivo di cui ignora il contenuto non le pare una buona idea, però se il moribondo avesse ragione le resterebbe un bel peso sulla coscienza e poi quei soldi (tantissimi soldi) le fanno gola, così alla fine decide di accettare.
Non è ancora salita sul suo aereo, quando già inizia a pentirsi della scelta, giacché si accorge che un inquietante tizio dagli occhi neri come la pece la sta seguendo, ma ormai è troppo tardi per tirarsi indietro: la chiavetta è nelle sue mani e il suo inseguitore lo sa. Non le resta che tentare di seminarlo e sbarazzarsi quanto prima dello scottante oggetto per poi archiviare quella brutta faccenda.
Ma sarà davvero così facile?
L’incipit ci scaraventa subito nel pieno dell’azione, tratto distintivo di questo romanzo fortemente adrenalinico. Come facilmente si può intuire dalle prime battute, la chiavetta da recapitare in Inghilterra è il fulcro del mistero intorno a cui si sviluppa la storia, un mistero fitto, che ci verrà svelato a piccoli passi, ma i pochi indizi che ci vengono forniti in partenza ci consentono subito di afferrarne la grande attualità. Il segreto da preservare riguarda una ricerca scientifica, la scoperta di una nuova fonte di energia, pulita, economica inesauribile. Qualcosa che potrebbe riguardare l’intero pianeta e migliorare la qualità della vita, ma che proprio per questo attira l’attenzione di chi è assetato di ricchezza e potere.
Una volta raggiunta l’Inghilterra e trovato il professor Higgins, Arianna scopre cosa effettivamente ha consegnato e nello stesso tempo apprende che l’autore dei file contenuti nella chiavetta, il giovane scienziato Jason Gunnarsson, è morto in circostanze sospette. L’uomo dagli occhi neri, intanto, non ha mai smesso di seguirla e appare evidente che non lo farà finché non avrà ottenuto quello che vuole. La convinzione di poter concludere il suo compito sbarazzandosi della chiavetta, a quel punto, si sgretola. La ragazza dovrà fare squadra con Higgins e i suoi fidati amici Elena e Bryant al fine di far luce sulla morte dello studioso e capire chi sta tentando di mettere le mani sulle sue recenti scoperte.
Il plot si sviluppa a ritmo serrato fra ricerche e inseguimenti al cardiopalma che dall’Inghilterra ci riportano fra i ghiacci dell’Islanda, laddove il giallo ha avuto origine.
Avventura, pericolo e complotti scandiscono un thriller in cui le sorprese sono sempre in agguato e nulla è come sembra; ciò vale anche per i personaggi che spesso si dimostrano ambigui e si rendono protagonisti di veri e propri ribaltamenti di ruoli, rendendo quasi impossibile distinguere i “buoni” dai “cattivi”. L’autrice si rivela abilissima nel confondere le acque e depistarci, spesso ci guida in una certa direzione per poi scompaginare tutto con una brusca sterzata. Ciò rende particolarmente intrigante la lettura che procede spedita fino all’ultima pagina.
Mentre la traccia poliziesca sollecita la nostra curiosità, la tematica di fondo ci invoglia a riflettere sul problema energetico, sulla ricerca scientifica e sugli interessi contrastanti che le gravitano attorno, generando spesso insormontabili ostacoli al progresso. A rendere ancor più coinvolgente la lettura è poi la componente umana, il modo in cui le vite dei vari personaggi si intrecciano e cambiano in seguito agli accadimenti straordinari che li travolgono. Il mistero dell’isola di ghiaccio non causerà solo morte e insidie, ma vedrà nascere amicizie destinate e durare nel tempo, amori non sempre corrisposti, e per qualcuno segnerà un’importante svolta nella vita. Arianna in particolare giungerà cambiata alla fine di questa esperienza che la segnerà nel profondo, ma inaspettatamente le regalerà anche qualcosa di buono: la sua occasione per realizzare un sogno rimasto a lungo nel cassetto.




Anteprima: Immortalis. Il signore delle maschere di Pierluca Zizzi

Titolo: Immortalis. Il signore delle maschere
Autore: Pierluca Zizzi
Editore: Uno
Pagine: 270


Descrizione:

La saga di Immortalis racconta vicende che hanno radici nel passato millenario della razza agartana.
Gli immortali sono conosciuti nell'Universo come tiranni e come eroi, alcune razze li venerano come dèi.
Nelle pagine del primo libro verranno presentati alcuni dei protagonisti di avventure, seduzioni, guerre e vicende di portata cosmica in confronto con i doveri e le responsabilità dati dal loro ruolo. Con l'immenso potere viene la corruzione e la volontà di dominio del proprio e dell'altrui fato ma i loro nemici saranno altrettanto potenti.
I protagonisti della vicenda potrebbero vivere millenni nella loro patria dorata... Agarthi. Costoro, gli immortali, rinunciano a tali privilegi e si sporcano di crimini e guerre perché sanno che altrimenti i nemici diventeranno sempre più potenti.
Il più intelligente tra essi sta già tramando e gli agartani non sanno nulla della sua identità.

venerdì 1 giugno 2018

Anteprima: Le ragazze del diavolo di Diego Collaveri

Titolo: Le ragazze del diavolo. Un racconto della serie Anime Assassine
Editore: Oakmond Publishing
Formato: ebook
Lunghezza stampa: 25
Prezzo: 0,99
Disponibile su Amazon

Descrizione:
Riuscirà un ispettore che ha smarrito il confine con ciò che combatte a fermare l’ondata di morte che sta macchiando di sangue il ventre molle di una città corrotta?